pippo eatintimesloganbanner

il Tabulè

Commenti disabilitati su il Tabulè | Gennaio 21, 2016

IL TABULE'

INGREDIENTI:

1 melanzana,
1 peperone,
2 zucchine medie,
mezza cipolla bianca,
2 pomodori rossi maturi,
1 ciuffo di prezzemolo,
qualche foglia di basilico e di menta,
4 cucchiai da tavola di olio extravergine d’oliva
sale e pepe nero quanto basta

PREPARAZIONE:

Aggiungete l’olio al cous cous, salate adeguatamente e sgranatelo con un cucchiaio.
Aggiungete l’acqua bollente, coprite con la pellicola e lasciate reidratare.
Scaldate un fondo d’olio in una padella. Lavate le melanzane e tagliatele a dadini. Aggiungetela alla padella.
Pulite i peperoni e tagliateli a pezzetti.
Pulite ed affettate la cipolla, pulite e tagliate le zucchine a tocchetti. Trasferite le melanzane in una ciotola.
Aggiungete dell’olio alla stessa padella e unitevi i peperoni e le zucchine.
Riaggiungete le melanzane alla padella e fate saltare il tutto. Aiutate la cottura delle verdure aggiungendo poca acqua; coprite la padella e protraete la cottura.
Nel frattempo tagliate i pomodori, tritate il prezzemolo e riunite il tutto in una ciotola. Aggiungete dell’olio nuovo sempre alla stessa padella e fatevi soffriggere le cipolle. Unite anche i pomodori con il prezzemolo; fate appassire.
Aggiungete le verdure messe da parte e lasciate amalgamare i sapori. Riprendete il cous cous, aggiungetelo alla padella e mescolate.
Servite il cous cous freddo.

Promozione!

TRADIZIONI E CURIOSITA':

Cous cous alle verdure o Tabulè: un primo piatto colorato, fresco e leggero.Un primo piatto perfetto da portare al lavoro per il pranzo, sia per la facilità con la quale è possibile trasportarlo e consumarlo sia perché non vi appesantirà nel pomeriggio.
Il termine Tabbūle deriva dall’arabo levantino. Il significato di questa parola in questa lingua è quello di “leggermente speziato”.

CENNI SULL'”INCOCCIATURA” DEL COUS-COUS
Mettete a bollire l’acqua nella pentola della couscoussiera (circa metà della pentola) inserendo all’interno degli odori (sedano, carota, cipolla..a piacere)
In una ciotola (possibilmente di coccio) simile ad un grande piatto, mettete la quantità di semola secondo piacere.
Aggiungete dell’acqua cospargendola con la punta delle dita, poche gocce per volta.
La semola deve idratarsi poco per volta e non deve essere bagnata ma solo umida.
Cominciate a ruotare la mano in senso circolare, quindi prendete della semola nel palmo della mano e e chiudete sopra con il palmo dell’altra, quindi effettuate uno sfregamento circolatorio: dovete in sostanza sentire la grana muoversi tra i palmi.
Continuate così lavorando tutta la semola e aggiungendo qualche goccia d’acqua se serve.
Spostate la semola nella couscoussiera, metteteci una foglia di alloro, chiudete e fate andare a bagno maria per un’ora circa, aprendo ogni tanto il coperchio per girare.
Trascorsa l’ora, rimettete la semola nel piatto, aspettare che sfumi un pò di vapore e calore, quindi rilavorate la semola nello stesso modo, aggiungendo qualche goccia di acqua, qualche goccia di olio e un pizzico di sale.
Se ben lavorato, il cous cous non presenterà grumi.
Rimettetelo nella couscoussiera e fatelo cuocere per circa 1 ora ancora.
In caso in cui l’acqua asciugasse troppo, potete aggiungerne altra, purché bollente.
Una volta terminata la cottura, il cous cous si dovrà presentare umido e sgranato, come si presenta nella foto qui sotto. E’ pronto quindi per essere condito secondo vostri gusti.